LA PROSSIMA PARTITA
22 OTTOBRE 2017

ORE 15

TORINO - ROMA







Ultimi argomenti
» Considerazioni a parte su Chelsea Roma
Ieri alle 23:52 Da aleforzaroma

» partite giornata 9
Ieri alle 21:52 Da aleforzaroma

» partite giornata 8
Ieri alle 21:43 Da aleforzaroma

» Chelsea - ROMA - ore 20:45 il topic ufficiale
Ven 20 Ott 2017 - 16:04 Da Framusician

» Cerezo, sei un pazzo
Gio 19 Ott 2017 - 20:04 Da Cerezo74

» MA ALLORA SIAMO VERAMENTE FORTI
Gio 19 Ott 2017 - 9:06 Da asr65

» ROMA-NAPOLI ore 20,45 il topic ufficiale
Mer 18 Ott 2017 - 17:41 Da Framusician

» SERIE A - PUNTO DELLA SITUAZIONE
Lun 16 Ott 2017 - 16:24 Da bardamu

» CI MANCA SEMPRE QUALCOSA
Dom 15 Ott 2017 - 20:29 Da QuattroTreTre

» ma di che parliamo???
Sab 14 Ott 2017 - 8:06 Da QuattroTreTre

» Roma Napoli - american version
Gio 12 Ott 2017 - 21:21 Da Cerezo74

» partite giornata 7
Gio 12 Ott 2017 - 8:40 Da aleforzaroma

» idalia - albania
Mar 10 Ott 2017 - 9:08 Da giova77

» Caro Bard ti scrivo......
Lun 9 Ott 2017 - 20:42 Da aleforzaroma

» MILAN-ROMA ore 18 il topic ufficiale
Dom 8 Ott 2017 - 19:23 Da aleforzaroma

» VOCI DI MERCATO STAGIONE 2017-18
Mer 4 Ott 2017 - 12:01 Da Framusician

Iscrizione
Ultimissime
Sport
Highlights
Siti amici
asroma.it
asromaultras.org

L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da QuattroTreTre il Gio 18 Feb 2016 - 10:40

Al momento del sorteggio eravamo eliminati al 95%, dopo la sconfitta di ieri lo siamo al 99%, eppure oggi penso, parlo e scrivo della Roma con un animo sereno che non avevo da tanto. Schiavi del risultato mai, ma attenti alla prestazione sempre. Abbiamo perso, forse sui gol si poteva fare qualcosina di più, ma io mi sento di elogiare tutta la squadra per l'atteggiamento, il carattere e l'equilibro (perchè tra 0 a 2, 0 a 3 e 0 a 5 ci vuole un attimo), non me la prendo nemmeno con l'arbitro, anche se il rigore su Florenzi si è visto benissimo in diretta senza bisogno di ricorrere ai replay. Ho visto una squadra attenta, ma non rinuciataria, prudente ma non vigliacca, a tratti bella ma non narcisista. L'unica spina in questo momento è per aver cacciato Garcia troppo tardi, se le cose non andavano bene non era solo colpa sua, ma sua era la responsabilità maggiore, è come se avesse messo il pilota automatico senza aver stabilito una rotta e la Roma in balia del Ponentino ha perso la strada di casa.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 14861
Data d'iscrizione : 16.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da Ospite il Gio 18 Feb 2016 - 11:30

Quoto tutto e soprattutto il rammarico di aver fatto arrivare troppo tardi Spalletti, che è un grandissimo conoscitore di calcio e soprattutto un uomo vero che si fa rispettare in allenamento e in partita.

Spero in un grande futuro, e punto tutto sul raggiungimento del secondo posto!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da asr65 il Gio 18 Feb 2016 - 13:21

QuattroTreTre ha scritto:Al momento del sorteggio eravamo eliminati al 95%, dopo la sconfitta di ieri lo siamo al 99%, eppure oggi penso, parlo e scrivo della Roma con un animo sereno che non avevo da tanto. Schiavi del risultato mai, ma attenti alla prestazione sempre. Abbiamo perso, forse sui gol si poteva fare qualcosina di più, ma io mi sento di elogiare tutta la squadra per l'atteggiamento, il carattere e l'equilibro (perchè tra 0 a 2, 0 a 3 e 0 a 5 ci vuole un attimo), non me la prendo nemmeno con l'arbitro, anche se il rigore su Florenzi si è visto benissimo in diretta senza bisogno di ricorrere ai replay. Ho visto una squadra attenta, ma non rinuciataria, prudente ma non vigliacca, a tratti bella ma non narcisista. L'unica spina in questo momento è per aver cacciato Garcia troppo tardi, se le cose non andavano bene non era solo colpa sua, ma sua era la responsabilità maggiore, è come se avesse messo il pilota automatico senza aver stabilito una rotta e la Roma in balia del Ponentino ha perso la strada di casa.

Appalusi bravo bravo bravo
avatar
asr65
Utente affezionato
Utente affezionato

Maschile
Numero di messaggi : 1126
Data d'iscrizione : 08.03.13
Località : ROMA


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da GialloRosso81 il Gio 18 Feb 2016 - 14:04

Perfetto e quoto tutto la squadra c'è ma io avrei messo Dzeko dall'inizio.
Piuttosto ieri ho visto uno Spalletti troppo avvilito per la sconfitta, in conferenza stampa sembrava un cane bastonato e ha palesato un forte rammarico.
Non si dava pace per la possibilità che avevamo per fare quel passo in più quel metro in più per colpire il Real, eravamo vicinissimi ma alla fine se metti Salha Perotti e El Sharawy che punte non sono crei densità a centrocampo ma la palla non la butti dentro con squadre come il Real.
Non è nemmeno questione di Dzeko si o Dzeko no, è questione di ruolo, di avere un attaccante vero la davanti che regga fisicamente lo scontro e che almeno potenzialmente possa far gol e tenere impegnati due difensori.
Attualmente abbiamo Dzeko, magari starà pure deludendo ma entrato lui abbiamo avuto le palle gol vere della partita.
Per me, quindi, è Dzeko si sempre.
avatar
GialloRosso81
Utente caparbio
Utente caparbio

Numero di messaggi : 6939
Data d'iscrizione : 29.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da Ospite il Gio 18 Feb 2016 - 14:36

Lo schieramento iniziale senza Dzeko (o un altro attaccante di ruolo) secondo me è stato strategico. Nainggolan circolava nella zona di Modric impedendogli di fatto la manovra da playmaker basso, Perotti non dava punti di riferimento e pressava spesso i loro centrali, El Sharaawy ha aiutato un sacco Digne e aveva lo spunto per ripartire. Certo con Dzeko in campo si è cambiato anche leggermente modulo, Pjanic e Nainggolan si sono invertiti e Florenzi è salito, per cui abbiamo messo più pressione.

Il dilemma della squadra è trovare un posto per Pjanic, perchè lì non fa la differenza, anzi si annulla da solo. Ma non so se invertirlo con Nainggolan è la mossa giusta. Ci sono varie soluzioni, dipende anche dall'avversario che affronti.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da asr65 il Gio 18 Feb 2016 - 16:12

Il problema è che so 4 anni che stiamo cercando il posto ideale a Pjanic....quanto ancora bisogna aspettarlo??
avatar
asr65
Utente affezionato
Utente affezionato

Maschile
Numero di messaggi : 1126
Data d'iscrizione : 08.03.13
Località : ROMA


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da Ospite il Gio 18 Feb 2016 - 16:55

Verissimo...forse quest'estate arriverà il momento di venderlo...

Colgo l'occasione invece di fare un'altra volta i complimenti a Vainquer, onesto gregario di sostanza in mezzo al campo, che ieri mi è piaciuto un sacco, per me uno dei migliori in campo.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da bardamu il Gio 18 Feb 2016 - 18:09

Luciano si merita anche il mio applauso, un resoconto perfetto della partita. Condivido pure il pensiero di Gio' su Spalletti e, nn per  essere ecumenico, credo che anche GranRaccordo e Asr abbiano ragione e mi spiego: anch'io avrei desiderato vedere Dzeko in campo dall'inizio, proprio per via del ruolo, ma penso che Spalletti si sia sentito più sicuro a schierare dall'inizio una squadra che tenesse meglio il campo e stretti gli spazi, pronta alle ripartenze, per poi cambiare nel secondo tempo e giocare la carta Dzeko quando i ritmi sarebbero calati e le squadre si sarebbero allungate. Ma purtroppo è arrivato il gol e poi soprattutto il secondo a complicare le cose. 
anche su Pjanic condivido, il fatto che nainggolan venga schierato in posizione avanzata è per mordere meglio in pressing e sfruttare una dinamicità e una grinta che Pnanic nn ha, perché è necessario imprimere alla squadra maggiormente il carattere e lo spirito aggressivo sui loro portatori. Bisogna dire che Pjanic ha qualità eccellenti nei piedi ma mostra anche difetti ovunque lo si impieghi. È meglio che ci sia, ovvio, ma non ha una completezza tale da poter essere definito questo o quello. non si sa bene cosa sia, intermedio trequartista regista, ha un po' di tutto e nulla di definitivo e ormai non va neanche più aspettato, Pjanic è questo, prendere o lasciare. io per il momento e con questa squadra me lo tengo.


Ultima modifica di bardamu il Gio 18 Feb 2016 - 19:36, modificato 1 volta
avatar
bardamu
Utente da incorniciare
Utente da incorniciare

Numero di messaggi : 9293
Data d'iscrizione : 06.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da asr65 il Gio 18 Feb 2016 - 18:44

Alla fine abbiamo un pò tutti ragione.....ma per fare il vero salto di qualità devono prendere un Top Player con i controcazzi...e quello individuato è Edison Cavani...io credo che con lui non ci sia più il problema del falso o non falso nueve...è un giocatore talmente completo che può fare qualsiasi cosa.
avatar
asr65
Utente affezionato
Utente affezionato

Maschile
Numero di messaggi : 1126
Data d'iscrizione : 08.03.13
Località : ROMA


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da bardamu il Gio 18 Feb 2016 - 19:38

sono talmente d'accordo che l'unica cosa che mi fa pensare di non pensarci è che prende 10 milioni l'anno. e noi dobbiamo darne 6,5 a DeRossi...
avatar
bardamu
Utente da incorniciare
Utente da incorniciare

Numero di messaggi : 9293
Data d'iscrizione : 06.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'incomprensibile leggerezza dell'essere

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum