LA PROSSIMA PARTITA






Ultimi argomenti
» BARDACONCORSO 2017-2018 regolamento e partite I giornata
Oggi alle 8:16 Da giova77

» IN ALTO MARE
Oggi alle 6:36 Da bardamu

» ATALANTA - ROMA TOPIC UFFICIALE
Ieri alle 23:41 Da QuattroTreTre

» VOCI DI MERCATO STAGIONE 2017-18
Ieri alle 16:53 Da aleforzaroma

» Statistiche - mister a confronto in campionato
Sab 19 Ago 2017 - 10:59 Da bardamu

» Atalanta Roma - qualche statistica
Ven 18 Ago 2017 - 18:54 Da bardamu

» Una cosa è certa
Gio 17 Ago 2017 - 22:31 Da bardamu

» Informazione
Gio 17 Ago 2017 - 21:48 Da nullisecundus1927

» calendario serie A 17-18
Gio 17 Ago 2017 - 21:19 Da Lucignolo

» tutto già finito prima di iniziare?
Gio 17 Ago 2017 - 18:59 Da GialloRosso81

» Celta Vigo - Roma ore 19.30
Lun 14 Ago 2017 - 20:01 Da QuattroTreTre

» siviglia roma
Ven 11 Ago 2017 - 18:09 Da bardamu

» Mi riPresento
Gio 10 Ago 2017 - 10:54 Da asr65

» Mi presento
Gio 10 Ago 2017 - 10:52 Da asr65

» i sorteggi...
Mar 8 Ago 2017 - 11:46 Da QuattroTreTre

» MA GERSON?
Lun 7 Ago 2017 - 11:31 Da trecci

Iscrizione
Ultimissime
Sport
Highlights
Siti amici
asroma.it
asromaultras.org

Un eterno roteare

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Un eterno roteare

Messaggio Da QuattroTreTre il Lun 29 Mag 2017 - 10:24

Io ho questa immagine, il replay, dopo l'ennesimo cucchiaio, zoomma sul pallone che roteando sembra destinato a rimanere per sempre in aria alimentato dall'energia di un incanto infinito. Io ho questa immagine che mi accompagnerà per sempre, l'ansia e il fiato sospeso per capire se il pallone, se e quando scenderà, supererà la mano guantata protesa e quella maledetta linea che separa il sogno dall'incubo. Quanti momenti abbiamo passato così? Quanti attimi interminabili? Più di 300 gol, tiri al volo, botte all'incrocio, tocchi di fino, traiettorie che sfidano le leggi della fisica, ma il pallonetto rimane qualcosa di magico, la giocata che riesce a creare una sorta di replay dal vivo, tutto il tempo per guardare, ma non abbastanza per intervenire. Come la carriera del NOSTRO PIU' GRANDE CAMPIONE, LA DIVINITA' PIU' UMANA CHE ESISTA, IL MARZIANO PIU' TERRESTRE CHE CI SIA. La magia esiste e a noi romanisti l'ha insegnato un ragazzo rosicone, musone, spesso contraddittorio, divertente, forte, debole, sereno, nervoso, un ragazzo normalissimo che di normale ha pochissimo, uno come noi che come noi non è, uno qualunque come nessun altro. Un ragazzo senza ombre, perchè i suoi errori li ha fatti sempre sotto la luce del sole, un calcione a Balotelli, uno sputo a Poulsen, noi abbiamo visto tutto tra esaltazione e biasimo, ma niente figli illegittimi, tradimenti, scommesse, doping, le sue sono cicatrici esposte, non nascoste. L'eccezionale nella normalità, la normalità di un pianto, l'eccezionalità di settantamila occhi lucidi, compagni tutti in lacrime e avversari commossi, ma dove lo rivedremo un affresco così umano legato allo sport? Non esiste, perchè la storia dello sport è piena di campioni immensi, ma non vedremo in nessundove qualcosa di simile. Ci sono stati e ci sono campioni adorati da intere città o nazioni, ma l'adorazione mette una certa distanza emotiva tra le due parti, con Totti è stato, è e sarà AMORE.
Una carriera che sembrava non finire mai, come quel pallone che rotea in aria e sembra non decidersi se e quando arrendersi alla forza di gravità o continuare a volare e volando si porta via i nostri cuori a superare una mano guantata protesa e quella linea che separa il sogno dall'incubo.


Ultima modifica di QuattroTreTre il Lun 29 Mag 2017 - 10:30, modificato 1 volta
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 14733
Data d'iscrizione : 16.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da trecci il Lun 29 Mag 2017 - 10:27

Chapeau.
avatar
trecci
Gold Member
Gold Member

Maschile
Numero di messaggi : 13463
Data d'iscrizione : 30.05.09
Età : 39
Località : Abbiategrasso (MI)

Zodiaco : Toro Cavallo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da GialloRosso81 il Lun 29 Mag 2017 - 12:30

Bravissimo Campione bravissimo ragazzo grandi numeri tantissimi gol (anche perchè spalmati su una lunghissima carriera)  tutto verissimo.
Mai  io sempre per onor del vero ricordo anche le troppe partite dove poteva dare molto di più e non è stato, le molte trasferte da 5,5 dove non ha fatto alcuna differenza, le molte partite decisive anche finali dove il contributo non è stato massimo, le poche vittorie di squadra conseguite quando avevamo la squadra forte per ottenerle e con un Totti al massimo avremmo dovuto stravincere . Ecco perchè io mi dissocio da tutte queste smodate celebrazioni  per me non sarà mai ne un Marziano ne una Divinità, Totti è stato un grande campione ma non l'unico e ovviamente  nemmeno l'ultimo della storia della Roma.
avatar
GialloRosso81
Utente caparbio
Utente caparbio

Numero di messaggi : 6825
Data d'iscrizione : 29.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da giova77 il Lun 29 Mag 2017 - 14:27

QuattroTreTre ha scritto:Io ho questa immagine, il replay, dopo l'ennesimo cucchiaio, zoomma sul pallone che roteando sembra destinato a rimanere per sempre in aria alimentato dall'energia di un incanto infinito. Io ho questa immagine che mi accompagnerà per sempre, l'ansia e il fiato sospeso per capire se il pallone, se e quando scenderà, supererà la mano guantata protesa e quella maledetta linea che separa il sogno dall'incubo. Quanti momenti abbiamo passato così? Quanti attimi interminabili? Più di 300 gol, tiri al volo, botte all'incrocio, tocchi di fino, traiettorie che sfidano le leggi della fisica, ma il pallonetto rimane qualcosa di magico, la giocata che riesce a creare una sorta di replay dal vivo, tutto il tempo per guardare, ma non abbastanza per intervenire. Come la carriera del NOSTRO PIU' GRANDE CAMPIONE, LA DIVINITA' PIU' UMANA CHE ESISTA, IL MARZIANO PIU' TERRESTRE CHE CI SIA. La magia esiste e a noi romanisti l'ha insegnato un ragazzo rosicone, musone, spesso contraddittorio, divertente, forte, debole, sereno, nervoso, un ragazzo normalissimo che di normale ha pochissimo, uno come noi che come noi non è, uno qualunque come nessun altro. Un ragazzo senza ombre, perchè i suoi errori li ha fatti sempre sotto la luce del sole, un calcione a Balotelli, uno sputo a Poulsen, noi abbiamo visto tutto tra esaltazione e biasimo, ma niente figli illegittimi, tradimenti, scommesse, doping, le sue sono cicatrici esposte, non nascoste. L'eccezionale nella normalità, la normalità di un pianto, l'eccezionalità di settantamila occhi lucidi, compagni tutti in lacrime e avversari commossi, ma dove lo rivedremo un affresco così umano legato allo sport? Non esiste, perchè la storia dello sport è piena di campioni immensi, ma non vedremo in nessundove qualcosa di simile. Ci sono stati e ci sono campioni adorati da intere città o nazioni, ma l'adorazione mette una certa distanza emotiva tra le due parti, con Totti è stato, è e sarà AMORE.
Una carriera che sembrava non finire mai, come quel pallone che rotea in aria e sembra non decidersi se e quando arrendersi alla forza di gravità o continuare a volare e volando si porta via i nostri cuori a superare una mano guantata protesa e quella linea che separa il sogno dall'incubo.

bravo bravo bravo bravo

Bellissimo post che quoto in toto, complimenti a lui e anche a te per averlo scritto.
avatar
giova77
Utente appassionato
Utente appassionato

Numero di messaggi : 1694
Data d'iscrizione : 30.08.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da bardamu il Lun 29 Mag 2017 - 17:48

Complimenti Luciano, hai scritto un pezzo bellissimo che questa storia d'amore, dici bene, unica merita. E questo tuo pezzo, il migliore che io ricordi tu abbia mai scritto, può averlo fatto solo un innamorato. Divago un po' e mi prendo qualche libertà... un innamorato che però ultimamente ho trovato un po' provato dalla routine, che aveva bisogno di un momento così, tanto atteso, per rinnovare il suo sentimento.

Anch'io ho aspettato un po' prima di scrivere qualcosa, il tempo di metabolizzare le mie impressioni di ieri, per cercare di renderle più nitide. La commozione contagiosa, certo, ha trascinato anche me, soprattutto perché anche per me è stato un modo di ripercorrere 25 anni della mia vita. Io ieri ero sbalordito e mi ha colpito molto questo clima dell'olimpico, queste facce stravolte dalla tristezza (e in qualche caso dal dolore vero) per una separazione tanto dura. Un'aria da sacrificio collettivo, una triste patetica sagra delle lacrime. E il primo era proprio lui, il Capitano, nella sua immensa semplicità, nella sua ingenua umanità, così meravigliosa e terribile, quasi scandalosa, da arrivare alla vertigine: un groppo in gola che non si scioglie, un accesso di commozione disorientante, il rifiuto di essere lì dove non si vuole essere che traspare netto e svela la forzatura di una scelta imposta dal tempo di cui hai ignorato l'importanza e forse anche l'esistenza, caro Francesco. Perché la tua non era una vita normale, ma una fantastica avventura in una favola in cui cui tu eri eroe e stupendo protagonista e tutto il resto era il tuo mondo, quello che avevi sognato da bambino e che così tanto ti è costato considerare finalmente e orribilmente sfumato. "Fosse per me starei qua altri 25 anni"... "dovete scusarmi, ma io ora ho bisogno del vostro aiuto"... "io ora ho paura, perché non farò più quello che meglio ho sempre saputo fare... ora non so che fare... ora non vi parlo più come un bambino ma come un uomo"...
Queste non sono le parole di un condottiero, di un Capitano temerario, di un eroe. Queste sono le parole di una persona tenuta sotto una campana di vetro impermeabile alla vita e al tempo, allo scopo di alimentare una favola infinita che infinita non era. Sono parole di una persona terribilmente debole che quel calcio al pallone in curva non avrebbe mai voluto darlo per paura di aprire gli occhi e ritrovarsi da solo nella sua consapevole, stupefacente inettitudine.
Ho a cuore l'uomo più che il calciatore straordinario, che per me rimarrà sempre un simbolo, e spero che sia seguito da persone che lo aiutino a crescere nel migliore dei modi. Ha una famiglia semplice e bellissima e gente che gli vuole bene in ogni angolo, ma forse è arrivato il tempo di emanciparsi sul serio e non farsi più trascinare.  
Auguri France', forza e coraggio.

PS: ieri ho capito cosa vuol dire essere veri romanisti, come anche qui dentro alcune volte qualcuno di noi evocava. E ho capito che io semplicemente sono un tifoso della Roma e un vero romanista non sarò mai. Perché tutto ciò che è successo ieri, dal fischio d'inizio al Vi Amo, è meraviglioso ma in qualche modo per me uno sbaglio.
avatar
bardamu
Utente da incorniciare
Utente da incorniciare

Numero di messaggi : 9097
Data d'iscrizione : 06.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da GialloRosso81 il Lun 29 Mag 2017 - 18:38

Invece Sei un vero romanista Barda. Qui mi sembra che stanno andando fuori di testa in molti non e'  morto Totti non e' un funerale ha semplicemente smesso di giocare a 41 anni come nelle cose naturali del mondo.
Se poi per  lui e' una tragedia ha modo di consolarsi abbondantemente, ha una bellissima famiglia ha guadagnato tantissimi soldi e fama ha fatto una bellissima carriera. Deve essere felice e pensare a tante persone piu' sfortunate di lui nel mondo.
La Roma va avanti non c'e' solo Totti e chi e' veramente romanista lo sa benissimo.
avatar
GialloRosso81
Utente caparbio
Utente caparbio

Numero di messaggi : 6825
Data d'iscrizione : 29.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da QuattroTreTre il Lun 29 Mag 2017 - 19:06

bardamu ha scritto:Complimenti Luciano, hai scritto un pezzo bellissimo che questa storia d'amore, dici bene, unica merita. E questo tuo pezzo, il migliore che io ricordi tu abbia mai scritto, può averlo fatto solo un innamorato. Divago un po' e mi prendo qualche libertà... un innamorato che però ultimamente ho trovato un po' provato dalla routine, che aveva bisogno di un momento così, tanto atteso, per rinnovare il suo sentimento.

Anch'io ho aspettato un po' prima di scrivere qualcosa, il tempo di metabolizzare le mie impressioni di ieri, per cercare di renderle più nitide. La commozione contagiosa, certo, ha trascinato anche me, soprattutto perché anche per me è stato un modo di ripercorrere 25 anni della mia vita. Io ieri ero sbalordito e mi ha colpito molto questo clima dell'olimpico, queste facce stravolte dalla tristezza (e in qualche caso dal dolore vero) per una separazione tanto dura. Un'aria da sacrificio collettivo, una triste patetica sagra delle lacrime. E il primo era proprio lui, il Capitano, nella sua immensa semplicità, nella sua ingenua umanità, così meravigliosa e terribile, quasi scandalosa, da arrivare alla vertigine: un groppo in gola che non si scioglie, un accesso di commozione disorientante, il rifiuto di essere lì dove non si vuole essere che traspare netto e svela la forzatura di una scelta imposta dal tempo di cui hai ignorato l'importanza e forse anche l'esistenza, caro Francesco. Perché la tua non era una vita normale, ma una fantastica avventura in una favola in cui cui tu eri eroe e stupendo protagonista e tutto il resto era il tuo mondo, quello che avevi sognato da bambino e che così tanto ti è costato considerare finalmente e orribilmente sfumato. "Fosse per me starei qua altri 25 anni"... "dovete scusarmi, ma io ora ho bisogno del vostro aiuto"... "io ora ho paura, perché non farò più quello che meglio ho sempre saputo fare... ora non so che fare... ora non vi parlo più come un bambino ma come un uomo"...
Queste non sono le parole di un condottiero, di un Capitano temerario, di un eroe. Queste sono le parole di una persona tenuta sotto una campana di vetro impermeabile alla vita e al tempo, allo scopo di alimentare una favola infinita che infinita non era. Sono parole di una persona terribilmente debole che quel calcio al pallone in curva non avrebbe mai voluto darlo per paura di aprire gli occhi e ritrovarsi da solo nella sua consapevole, stupefacente inettitudine.
Ho a cuore l'uomo più che il calciatore straordinario, che per me rimarrà sempre un simbolo, e spero che sia seguito da persone che lo aiutino a crescere nel migliore dei modi. Ha una famiglia semplice e bellissima e gente che gli vuole bene in ogni angolo, ma forse è arrivato il tempo di emanciparsi sul serio e non farsi più trascinare.  
Auguri France', forza e coraggio.

PS: ieri ho capito cosa vuol dire essere veri romanisti, come anche qui dentro alcune volte qualcuno di noi evocava. E ho capito che io semplicemente sono un tifoso della Roma e un vero romanista non sarò mai. Perché tutto ciò che è successo ieri, dal fischio d'inizio al Vi Amo, è meraviglioso ma in qualche modo per me uno sbaglio.

Avevo bisogno raccontare la magia e di liberarmi dalla cristallizzazione a cui la parte "bambina " del mio essere tifoso romanista era stata portata dall'inasprirsi della, come dici tu, "routine" perseverante dell'AS Roma. Routine che mi aveva portato ad essere troppo duro e magari un pizzico ingiusto con il nostro più grande campione, reo semplicemente di non volersi arrendere al tempo. Adesso lui affronta nuove sfide in un mondo meno conosciuto e anche la Roma dovrà accettare nuove sfide dove dovrà far parlare di se senza il "filtro"di un Capitano diventato persino troppo grande per lasciarla crescere. Oggi mi sento un po' vedovo.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 14733
Data d'iscrizione : 16.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da gabbocsr il Lun 29 Mag 2017 - 20:19

Giallorosso81 quanto a talento, classe cristallina e passione per la maglia invece Totti è assimilabile a un dio in Terra e si merita assolutamente tutti i nostri tributi e celebrazioni. Ti quoto in parte in merito a quanto dici della sua incisività in alcune partite, vero probabilmente avrebbe potuto fare meglio in campo internazionale, ma se l'avesse fatto ora staremmo a paragonarlo ai mostri sacri irraggiungibili di questo sport come Maradona, Messi o Pelè; infatti va collocato "solo" un gradino più in basso insieme ad altro fenomeni come Baggio, Del Piero, Kaká, Falcao, C è da dire che non hai consdierato il lato più romantico e romanista della questione, che è appunto il fatto che non ha mai indossato altri colori al di là dei nostri avendo rinunciato a offerte da parte di Real e Milan dove avrebbe probabilmente potuto affermarsi totalmente in campo internazionale, sposando in maniera totalizzante la causa giallorossa. Perchè Francesco rappresenta quello che ogni bambino quando dà i primi calci ad un pallone sogna di essere: capitano e trascinatore della squadra del cuore della città natìa. A questo proposito svelo una cosa: sono del 97, madre romanista e padre milanista e il fattore che m ha fatto diventare della Roma è stato proprio Totti(nonostante provassi una profonda stima per il Milan a quei tempi con Sheva, Inzaghi, kaká, seedorf, pirlo nesta, simpatia che ho tutt'ora; anche se c è stato un periodo breve nell'anno dei 5 allenatori, nel 2004 in cui ero milanista ahahah ) e questo sai quanti altri ragazzi della mia generazione. Per questo da oggi proverò un vuoto difficilmente colmabile, che cos è la Roma senza Totti per un ragazzo della mia età?

gabbocsr
Utente standard
Utente standard

Numero di messaggi : 234
Data d'iscrizione : 11.11.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da GialloRosso81 il Lun 29 Mag 2017 - 20:33

Ti quoto in pieno su dove hai collocato Totti e ti capisco,  ma i miei idoli da ragazzo erano Pruzzo, Bruno Conti, Di Bartolomei, Falcao, anche "bimbo" Ancelotti che abbiamo visto crescere,  insomma per me c'è molta altra  Roma oltre Totti.
avatar
GialloRosso81
Utente caparbio
Utente caparbio

Numero di messaggi : 6825
Data d'iscrizione : 29.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da Cerezo74 il Lun 29 Mag 2017 - 21:02

Io mi sono annoiato alla seconda riga
avatar
Cerezo74
Gold member+
Gold member+

Maschile
Numero di messaggi : 31080
Data d'iscrizione : 06.12.08
Età : 43
Località : Vercelli

Zodiaco : Cancro Tigre

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da Zatoo il Mar 30 Mag 2017 - 0:45

bardamu ha scritto:...
PS: ieri ho capito cosa vuol dire essere veri romanisti, come anche qui dentro alcune volte qualcuno di noi evocava. E ho capito che io semplicemente sono un tifoso della Roma e un vero romanista non sarò mai. Perché tutto ciò che è successo ieri, dal fischio d'inizio al Vi Amo, è meraviglioso ma in qualche modo per me uno sbaglio.

Quello che dici è una sacrosanta verità, anche se non tutti i tifosi romani e romanisti la pensano così. Vedi GR81, che ha espresso giustamente la sua opinione rispettosa e rispettabile.
Quoto e straquoto 433, che anche non essendo romano, ha forse incarnato meglio di tutti "i forestieri" romanisti le emozioni di questo momento.
Disprezzo, perché sprezzante coi propri commenti di quelli che sono valori che vanno oltre la vittoria di campionato/coppa/medaglia, colui che porta il nickname di un grande uomo della Roma, ma che non sembra esserne degno!

Ieri è stata "semplicemente" una giornata dove decine di migliaia di persone hanno abbracciato e salutato un GRANDE UOMO. Perché, secondo i detrattori di questa espressione d'AMORE, per ogni gol segnato da Francesco era giusto che lui corresse sotto la curva ad esprimere il suo AMORE verso il suo pubblico, ieri non poteva chiedere un abbraccio a tutti i presenti per la sua ultima partita con la maglia che per 25 anni ha indossato?
Io dico solo che, anche se il contesto è solo lo sport, non possiamo diventare degli automi senza sentimenti e fondare la nostra riconoscenza solo per il risultati (sportivi ed economici) raggiunti. Mah, forse sono un po' Don Chisciotte che combatte contro i mulini a vento del presente che si chiamano SOLDI, TROFEI e MERCANZIE SIMILARI. Beh, sono fiero di credere ancora nei sentimenti delle persone e di essere stato uno delle centinaia di migliaia di persone che ieri hanno pianto di commozione nel salutare il proprio capitano che per 25 anni è stato un riferimento nella mia squadra (che poi negli ultimi anni non potesse essere lo stesso che a 25 anni, mi pare di un'ovvietà disarmante, ma alla quale molti si aggrappano per sputare m.erda su Totti). E, cosa alla quale non crederete, anche i nostri odiatissimi rivali juventini, milanisti, interisti hanno avuto il buon senso di salutarlo e alcuni di loro a partecipare commossi al suo addio...ma certo, è ancora un'altra manica di imbecilli che crede che possa esistere un rapporto umano, genuino e indissolubile come quello che Francesco ha sempre avuto con il suo popolo (i tifosi) e il suo popolo ha avuto con lui e sempre la stessa manica di imbecilli lo ha ritenuto un grande calciatore. Bah, che mondo di inetti!

Io mi sono legato a Francesco più che a Bruno Conti solo perché ho vissuto più Francesco che Bruno, ma per me Bruno è e sarà sempre uno dei migliori calciatori della Roma (così come Di Bartolomei, Pruzzo, Batigol, Montella, Aldair, Cafu, Cerezo (non quello del 74), etc.).

Così come mi ero presentato qualche settimana fa per una smania nel controbattere un pessimismo generale che aleggiava da un po' di tempo in questo forum, anche oggi mi sono riaffacciato perché non potevo più leggere commenti così ingrati, così inopportuni, così ingiusti...ma non ve ne preoccupate, mi defilerò nuovamente per la gioia di qualcuno in particolare (ti è piaciuta la pulizia che ho chiesto all'amministratore del forum di fare per accontentarti?).

Buona vita a tutti e GRAZIE FRANCE' per avermi regalato (a me a ad altre x00'000 persone) ancora ieri un'emozione unica che nel mondo dello sport non si ripeterà facilmente.

Zatoo
Utente standard
Utente standard

Maschile
Numero di messaggi : 24
Data d'iscrizione : 04.05.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da Lucignolo il Mar 30 Mag 2017 - 1:33

Le uniche parole di VERO amore e di vero romanismo in questa pagina sono quelle di 433

Le altre sono tutte di fini dicitori, fini scrittori, ma che forse hanno scambiato Roma per Milano o Torino...

Per quanto mi riguarda la giornata di ieri è una delle cose più belle e romaniste che ci sia...
avatar
Lucignolo
Utente standard
Utente standard

Maschile
Numero di messaggi : 672
Data d'iscrizione : 29.02.12
Età : 27
Località : 41°53′35″N 12°28′58″E

Zodiaco : Ariete Cavallo

http://www.asroma.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da aleforzaroma il Mar 30 Mag 2017 - 7:56


Dillo caro GR che tu NUN SEI DE ROMA finalmente ti abbiamo scoperto!!! Shocked Laughing Laughing Laughing ( cm me e molti altri del forum tra l altro.... )
Secondo me stavolta la verità non sta nel mezzo cm di norma dovrebbe trovarsi,secondo me ci sono proprio 2 schieramenti che da un lato riconoscono a Totti la fedeltà alla causa giallorossa,la sua lealtà la sua classe tutta proRoma e dalla altra quelli come te ( ed anche in parte me ) che vogliono togliere quanto prima questa pietra miliare dalla ns Rosa in quanto arrivato al capolinea da un pezzo ma al quale riconoscono capacità tecniche ma mai una vera leadership,il grande amore X Roma e la Roma ma il non essersi messo in discussione in altre piazze dove sicuramente sarebbe stato meno coccolato e magari messo in panca,l aver vinto in una piazza difficile ma mai vinto abbastanza e potrei andare avanti ecc ecc...

Accettiamolo X quello che è stato un gran calciatore con limiti caratteriali che ha vinto quello che poteva,ha pensato di essere il padrone di una città glielo hanno fatto credere e lì è stato il peggior errore. silent è stato un uomo generoso,magari un po' grezzo talvolta ma di cuore in un calcio dove i donnarumma a 18 anni di ancora nulla si permettono di fare a braccio di ferro col Milan che loro stessi dicono di AMARE .... riconosciamo a FRANCESCOl aver davvero amato una maglia a cui credo abbia dato tutto proprio tutto quello che aveva nel bene e nel male.
Ringrazio Checco X cosa ha fatto mi ha emozionato e giro pagina,non sono uno che fa diventare idoli assoluti chi nella vita gioca al calcio e stop ha fatto bene il suo lavoro ora è finito e si volta pagina la Roma resta gli altri se ne vanno.... cheers cheers cheers

GialloRosso81 ha scritto:Invece Sei un vero romanista Barda. Qui mi sembra che stanno andando fuori di testa in molti non e'  morto Totti non e' un funerale ha semplicemente smesso di giocare a 41 anni come nelle cose naturali del mondo.
Se poi per  lui e' una tragedia ha modo di consolarsi abbondantemente, ha una bellissima famiglia ha guadagnato tantissimi soldi e fama ha fatto una bellissima carriera. Deve essere felice e pensare a tante persone piu' sfortunate di lui nel mondo.
La Roma va avanti non c'e' solo Totti e chi e' veramente romanista lo sa benissimo.
avatar
aleforzaroma
Gold Member
Gold Member

Maschile
Numero di messaggi : 14913
Data d'iscrizione : 07.12.08
Età : 42
Località : Provincia di Torino

Zodiaco : Ariete Gatto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da Framusician il Mar 30 Mag 2017 - 9:05

Che post meraviglioso Luciano!
avatar
Framusician
Admin
Admin

Femminile
Numero di messaggi : 22242
Data d'iscrizione : 04.12.08
Età : 43
Località : Barletta

Zodiaco : Leone Tigre

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da QuattroTreTre il Mar 30 Mag 2017 - 10:11

Grazie Fra'!
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 14733
Data d'iscrizione : 16.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da Cerezo74 il Mar 30 Mag 2017 - 10:35

A scanso di equivoci volevo dire una cosa.
Io non discuto il calciatore che per carità fino a due o tre anni fa era anvora valido.
Io critico che é proprio totti a starmi sui marroni,e l'altro é ancora peggio
avatar
Cerezo74
Gold member+
Gold member+

Maschile
Numero di messaggi : 31080
Data d'iscrizione : 06.12.08
Età : 43
Località : Vercelli

Zodiaco : Cancro Tigre

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da gabbocsr il Mar 30 Mag 2017 - 13:04

Calciatore "valido" ma che dici?! E' stato il giocatore più forte della Roma, anche a fine carriera, fino a 38 anni uno dei migliori; poco giudicabile quest'anno e l'anno scorso(quando ci ha comunque tolto qualche castagna dal fuoco). Ma perchè ti sta sulle palle?

gabbocsr
Utente standard
Utente standard

Numero di messaggi : 234
Data d'iscrizione : 11.11.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da giova77 il Mar 30 Mag 2017 - 14:43

Lascialo perdere, lui sta sulle palle anche a se stesso smiley lol
avatar
giova77
Utente appassionato
Utente appassionato

Numero di messaggi : 1694
Data d'iscrizione : 30.08.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da Cerezo74 il Mar 30 Mag 2017 - 15:06

gabbocsr ha scritto:Calciatore "valido" ma che dici?! E' stato il giocatore più forte della Roma, anche a fine carriera, fino a 38 anni uno dei migliori; poco giudicabile quest'anno e l'anno scorso(quando ci ha comunque tolto qualche castagna dal fuoco). Ma perchè ti sta sulle palle?
gli ultimi due anni ha fatto piú danno che guadagno solo per le polemiche varie.
E poi mi sta sulle balle perché non si può essere simpatici a tutti.
E il lotto,e il papertotti,e le mutande di totti,e le ferie di totti e le melanzane di totti e le scarpe di totti e totti che ridà la vista ai cechi della repubblica cieca,e totti e costanzo e totti e la durso e totti e la maria preti
E bastaaà
Io appena lo vedo cambio canale prima che possa dire una sola parola.
Viceversa quelle rare volte che c'e derossi spengo la tele e stacco il cavo della corrente e dell'antenna.
avatar
Cerezo74
Gold member+
Gold member+

Maschile
Numero di messaggi : 31080
Data d'iscrizione : 06.12.08
Età : 43
Località : Vercelli

Zodiaco : Cancro Tigre

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da GialloRosso81 il Mar 30 Mag 2017 - 17:29

Grande Cer cosa sarebbe questo forum senza di te................................................
avatar
GialloRosso81
Utente caparbio
Utente caparbio

Numero di messaggi : 6825
Data d'iscrizione : 29.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da giova77 il Mar 30 Mag 2017 - 17:58

Mah...
avatar
giova77
Utente appassionato
Utente appassionato

Numero di messaggi : 1694
Data d'iscrizione : 30.08.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da trecci il Mar 30 Mag 2017 - 18:04

Cerezo74 ha scritto:
gabbocsr ha scritto:Calciatore "valido" ma che dici?! E' stato il giocatore più forte della Roma, anche a fine carriera, fino a 38 anni uno dei migliori; poco giudicabile quest'anno e l'anno scorso(quando ci ha comunque tolto qualche castagna dal fuoco). Ma perchè ti sta sulle palle?
gli ultimi due anni ha fatto piú danno che guadagno solo per le polemiche varie.
E poi mi sta sulle balle perché non si può essere simpatici a tutti.
E il lotto,e il papertotti,e le mutande di totti,e le ferie di totti e le melanzane di totti e le scarpe di totti e totti che ridà la vista ai cechi della repubblica cieca,e totti e costanzo e totti e la durso e totti e la maria preti
E bastaaà
Io appena lo vedo cambio canale prima che possa dire una sola parola.
Viceversa quelle rare volte che c'e derossi spengo la tele e stacco il cavo della corrente e dell'antenna.

L'anno scorso a fine campionato è stato determinante più di tanti altri, ha segnato gol che ci hanno permesso di arrivare terzi, quest'anno non ha praticamente mai giocato, l'unica partita in cui è stato in campo un tempo intero è stata con la Samp, partita che ha contribuito a ribaltare dopo l'1-2 del primo tempo.
avatar
trecci
Gold Member
Gold Member

Maschile
Numero di messaggi : 13463
Data d'iscrizione : 30.05.09
Età : 39
Località : Abbiategrasso (MI)

Zodiaco : Toro Cavallo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da gabbocsr il Mar 30 Mag 2017 - 18:40

Per non parlare dell'anno prima con Garcia, a 38 anni gol a manchester e a mosca che ci stavano regalando la qualificazione agli ottavi di CL o la doppietta nel derby con quel gol in spaccata che se lo faccio io a 20 anni mi si strappa la gamba

gabbocsr
Utente standard
Utente standard

Numero di messaggi : 234
Data d'iscrizione : 11.11.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da Cerezo74 il Mar 30 Mag 2017 - 19:02

"Ci stavano per regalare la qualificazione"
Io preferisco "ci hanno regalato la qualificazione"

Anche io una volta stavo quasi per copulare con belen ,inveve all'atto pratico ho copulato con mariangela la figlia di fantozzi
avatar
Cerezo74
Gold member+
Gold member+

Maschile
Numero di messaggi : 31080
Data d'iscrizione : 06.12.08
Età : 43
Località : Vercelli

Zodiaco : Cancro Tigre

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da gabbocsr il Mar 30 Mag 2017 - 19:44

sì ci stavano per regalare perchè poi c ha pensato de sanctis a fare una cappellata col cska facendoci bruciare i 3 punti. Paragone senza senso poi

gabbocsr
Utente standard
Utente standard

Numero di messaggi : 234
Data d'iscrizione : 11.11.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un eterno roteare

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum