LA PROSSIMA PARTITA







Ultimi argomenti
» ROBIN OLSEN - Nuovo Portiere AS Roma
Oggi alle 12:51 Da Cerezo74

» il tesoretto di Alisson
Oggi alle 10:39 Da aleforzaroma

» OPINIONI DI MERCATO
Oggi alle 10:36 Da aleforzaroma

» Javier Pastore
Oggi alle 10:35 Da QuattroTreTre

» ROMA- AVELLINO 1-1
Ieri alle 20:53 Da aleforzaroma

» e poi non vi lamentate che io ammetto chiaramente di essere razzista
Gio 19 Lug 2018 - 18:40 Da Cerezo74

» Onnipotenza (e onnipresenza) bianconera
Gio 19 Lug 2018 - 5:06 Da QuattroTreTre

» Prima partita della stagione
Mer 18 Lug 2018 - 8:24 Da giova77

» VINCERE ALL'ITALIANA
Lun 16 Lug 2018 - 7:58 Da giova77

» Finale alle 17,00???????
Dom 15 Lug 2018 - 16:26 Da GialloRosso81

» MONDIALI 2018
Dom 15 Lug 2018 - 1:00 Da Cerezo74

» MERCATO GENERALE (NON DELLA ROMA)
Sab 14 Lug 2018 - 14:38 Da Framusician

» Vedere tutto nero
Sab 14 Lug 2018 - 10:17 Da aleforzaroma

» BASTA CON QUESTO RONALDO
Sab 14 Lug 2018 - 10:11 Da aleforzaroma

» KARSDORP
Lun 9 Lug 2018 - 10:55 Da Framusician

» MAGARA CE CASCHENO - DRIES MERTENS
Sab 7 Lug 2018 - 14:40 Da Framusician

Iscrizione
Ultimissime
Sport
Highlights
Siti amici
asroma.it
asromaultras.org

PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da horizon77 il Mer 25 Apr 2018 - 0:22

bardamu ha scritto:
horizon77 ha scritto:
bardamu ha scritto:Loro la buttavano in avanti a occhi chiusi ma avevano Salah e tre che gli orbitavano intorno ab6-7 metri, noi avevamo dzeko che aveva il più vicino - nainggolan- a venti metri. Non dico alteo
C'era Under a fianco di Dzeko. Ok, stasera il turco non ha fatto una gran prestazione personale, ma tu hai mai visto un lancio preciso per lui sulla corsa e non sui piedi?
Under ha dimostrato molto presto che non era la sua serata. Molto meglio quando è entrato schick. Era una partita da giocare con 442 sinè capito dopo 15 minuti ed Eusebio mi ha deluso

Magari ci aveva pensato, solo che attendeva l'intervallo per tornare a 4 in difesa e sostituire un difensore con un centrocampista.

Quel maledetto secondo gol al 45' ha rovinato tutto... Perché a quel punto inizi a pensare che il 2-0 è un risultato difficile da recuperare, mentre il 2-1 è un buon risultato... E allora continui a giocartela sperando che i tuoi abbiano preso le misure... Ma niente...

horizon77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 3281
Data d'iscrizione : 09.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da aleforzaroma il Mer 25 Apr 2018 - 0:30

Difesa e centrocampo assenti e gols presi evitabili guardatevi il 3/4/5 gols e ditemi se una difesa/ centrocampo un po' più attenti non li avrebbero evitati.
avatar
aleforzaroma
Gold Member
Gold Member

Maschio
Numero di messaggi : 15797
Data d'iscrizione : 07.12.08
Età : 43
Località : Provincia di Torino

Zodiaco : Ariete Gatto

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da bardamu il Mer 25 Apr 2018 - 0:33

Chiaro. Il dueazero presso in contropiede due contro due è una follia, con dzeko che prende palla solissimo e deve attendere la squadra che sale, e quando sale scaricano dietro e perdono palla a metà campo due contro due. Una roba assurda che mi fa inca**are come una iena. Dopo che ci stavano schiacciando come formiche l'unica cosa che dovevamo fare negli ultimi cinque minuti erano le BARRICATEEEE
avatar
bardamu
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 10065
Data d'iscrizione : 06.12.08

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da aleforzaroma il Mer 25 Apr 2018 - 0:42

Tu parli del 2/0 a fine primo tempo e posso capirti io però ho visto almeno 30 minuti del secondo tempo assolutamente insufficienti,salvo gli ultimi dieci per avere fatto le due reti ma il punteggio è negativo e soprattutto la prestazione non mi è piaciuta in corsa e combattimento che contro le inglesi deve sempre mettere in conto.
avatar
aleforzaroma
Gold Member
Gold Member

Maschio
Numero di messaggi : 15797
Data d'iscrizione : 07.12.08
Età : 43
Località : Provincia di Torino

Zodiaco : Ariete Gatto

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da horizon77 il Mer 25 Apr 2018 - 9:01

Ci hanno sovrastato atleticamente a centrocampo, arrivavano primi sui contrasti, pressavano meglio e verticalizzavano a memoria. Dovevamo giocare cortissimi,  la difesa ha provato a rimanere alta, ma era abbandonata a se stessa. Bisognava asfissiarli con un pressing coordinato, ma i nostri attaccanti (specie Under) erano troppo timidi e i centrocampisti (specie De Rossi e Strootman) troppo bassi per accompagnare il pressing e troppo alti per raddoppiare in difesa. Morale della favola: o corri e pressi bene oppure rinunci al pressing e fai densità dietro, ma in entrambi i casi devi essere corto, non devi lasciare spazi tra le linee. Noi abbiamo cercato una via di mezzo e ci siamo sfilacciati proprio tra le linee, lasciando spazio ai loro centrocampisti per le rapide verticalizzazioni e ai loro attaccanti per gli inserimenti.
avatar
horizon77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 3281
Data d'iscrizione : 09.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da giova77 il Mer 25 Apr 2018 - 9:20

horizon77 ha scritto:Ci hanno sovrastato atleticamente a centrocampo, arrivavano primi sui contrasti, pressavano meglio e verticalizzavano a memoria. Dovevamo giocare cortissimi,  la difesa ha provato a rimanere alta, ma era abbandonata a se stessa. Bisognava asfissiarli con un pressing coordinato, ma i nostri attaccanti (specie Under) erano troppo timidi e i centrocampisti (specie De Rossi e Strootman) troppo bassi per accompagnare il pressing e troppo alti per raddoppiare in difesa. Morale della favola: o corri e pressi bene oppure rinunci al pressing e fai densità dietro, ma in entrambi i casi devi essere corto, non devi lasciare spazi tra le linee. Noi abbiamo cercato una via di mezzo e ci siamo sfilacciati proprio tra le linee, lasciando spazio ai loro centrocampisti per le rapide verticalizzazioni e ai loro attaccanti per gli inserimenti.

Tutto corretto ma molte squadre da Anfield sono uscite con le ossa rotte, vedi il City che ha perso in campionato e in coppa (3-0 in cl e 4 in campionato se non sbaglio), lo spartak e il porto ne hanno presi rispettivamente 7 e 5, altre squadre inglesi ne hanno presi 3 o 4, per cui dico che questa è una squadra che in casa è difficilmente giocabile, possiamo parlare dei nostri singoli ma anche altri centrocampi sono andati in crisi contro d loro. Salah ha fatto quarantatre gol stagionali, tocca palla e segna dappertutto, il primo gol l'ha messa in un punto inarrivabile anche per Superman, ha ridicolizzato molte altre difese oltre alla nostra.
Vediamo se fanno i fenomeni anche a Roma, a quel punto giù il cappello
avatar
giova77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 2838
Data d'iscrizione : 30.08.16

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da giova77 il Mer 25 Apr 2018 - 9:22

aleforzaroma ha scritto:Tu parli del 2/0 a fine primo tempo e posso capirti io però ho visto almeno 30 minuti del secondo tempo assolutamente insufficienti,salvo gli ultimi dieci per avere fatto le due reti ma il punteggio è negativo e soprattutto la prestazione non mi è piaciuta in corsa e combattimento che contro le inglesi deve sempre mettere in conto.

Ragazzi sono d'accordo sul secondo gol, non andava preso assolutamente ma per piacere riguardatelo: Manolas era riuscito ad anticipare Firmino ma il solito rimpallo a sfavore ha favorito il loro attaccante invece del nostro.
E poi ripeto: primo e terzo gol irregolari.
Con questo non voglio dire che non hanno meritato di vincere, anzi il risultato è giusto, ma non concordo assolutamente con chi dice che dovevamo perdere 10-3
avatar
giova77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 2838
Data d'iscrizione : 30.08.16

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da horizon77 il Mer 25 Apr 2018 - 9:29

Certo, in vista del ritorno Di Francesco può apportare qualche accorgimento ai nostri. Spero che loro facciano lo stesso errore del Barcellona, sentendosi al sicuro e magari rinunciando al tridente. Ad ogni modo hanno speso molto di più dei nostri, nel finale erano scoppiati e il ritorno è fra 1 settimana, non è detto che li ritroveremo brillanti come ieri.... Adesso l'aereo devono prenderlo loro, e non giocheranno all'Anfield.
avatar
horizon77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 3281
Data d'iscrizione : 09.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 9:30

Scusate, il problema non era giocare corti, anzi in questo caso ci ha penalizzati, giocare corti serve per pressare, per recuperare palla, per impedire agli avversari di essere lucidi, ma se la palla viene lanciata praticamente di prima, credo che giocare corti serva a poco, solo a concedere spazio alle nostre spalle, loro stati corti solo occasionalmente, e solo per attaccare le seconde palle.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da giova77 il Mer 25 Apr 2018 - 9:33

La differenza era che noi avevamo al linea di difesa a centrocampo, loro sulla tre quarti. Sono 20mt che cambiano di tanto le situazioni
avatar
giova77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 2838
Data d'iscrizione : 30.08.16

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da giova77 il Mer 25 Apr 2018 - 9:35

horizon77 ha scritto:Certo, in vista del ritorno Di Francesco può apportare qualche accorgimento ai nostri. Spero che loro facciano lo stesso errore del Barcellona, sentendosi al sicuro e magari rinunciando al tridente. Ad ogni modo hanno speso molto di più dei nostri, nel finale erano scoppiati e il ritorno è fra 1 settimana, non è detto che li ritroveremo brillanti come ieri.... Adesso l'aereo devono prenderlo loro, e non giocheranno all'Anfield.

Già gli è andata bene nel ritorno col City quando alla fine del primo tempo erano sotto solo di un gol quando si meritavano di stare sotto 3-0.
Diciamoci la verità, hanno 3 grandi attaccanti, un lottatore infinito come Milner, ma per il resto non sono niente di che, specie il portiere che è ridicolo
avatar
giova77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 2838
Data d'iscrizione : 30.08.16

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 9:36

horizon77 ha scritto:Certo, in vista del ritorno Di Francesco può apportare qualche accorgimento ai nostri. Spero che loro facciano lo stesso errore del Barcellona, sentendosi al sicuro e magari rinunciando al tridente. Ad ogni modo hanno speso molto di più dei nostri, nel finale erano scoppiati e il ritorno è fra 1 settimana, non è detto che li ritroveremo brillanti come ieri.... Adesso l'aereo devono prenderlo loro, e non giocheranno all'Anfield.

Loro non rinunceranno mai al tridente e non hanno bisogno di sentirsi al sicuro, dobbiamo solo sperare che l'Olimpico gli faccia capire che Anfield è lontano.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 9:38

giova77 ha scritto:La differenza era che noi avevamo al linea di difesa a centrocampo, loro sulla tre quarti. Sono 20mt che cambiano di tanto le situazioni

Infatti
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da horizon77 il Mer 25 Apr 2018 - 10:20

Certo, però se metti la difesa 20 metri più dietro e vuoi comunque fare la partita, occorre che i centrocampisti e gli attaccanti corrano il triplo dei nostri - ovvero come i loro, altrimenti diventi una groviera, piena di buchi. Visto che i nostri non hanno questo tipo di dinamismo, la squadra corta ti aiuta a fare densità e a favorire i raddoppi. E a quel punto o metti la squadra 10 metri avanti e tenti di fare qualcosa o la metti 10 metri dietro, ma viste le caratteristiche dei nostri penso che ci avrebbero schiacciato nella nostra metà campo. Il che, intendiamoci, era una possibilità, ma forse la partita sarebbe finita 3-0, che è pure peggio del 5-2 rimediato. Credo che la lettura sia questa, il concetto è che Di Francesco volesse neutralizzare le fonti di gioco per gli attaccanti del Liverpool piuttosto che gli attaccanti stessi, tenendo la squadra corta e facendo pressing asfissiante. Ma non ci siano riusciti.
avatar
horizon77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 3281
Data d'iscrizione : 09.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da horizon77 il Mer 25 Apr 2018 - 10:47

QuattroTreTre ha scritto:Scusate, il problema non era giocare corti, anzi in questo caso ci ha penalizzati, giocare corti serve per pressare, per recuperare palla, per impedire agli avversari di essere lucidi, ma se la palla viene lanciata praticamente di prima, credo che giocare corti serva a poco, solo a concedere spazio alle nostre spalle, loro stati corti solo occasionalmente, e solo per attaccare le seconde palle.
Appunto, bisognava esser corti per pressare, recuperare palla e asfissiare le fonti di gioco al punto di non concedere nemmeno il tocco di prima. Penso che queste fossero le indicazioni di Di Francesco ma non ci siamo riusciti, specie da metà campo in su.
avatar
horizon77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 3281
Data d'iscrizione : 09.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da horizon77 il Mer 25 Apr 2018 - 11:01

giova77 ha scritto:
horizon77 ha scritto:Certo, in vista del ritorno Di Francesco può apportare qualche accorgimento ai nostri. Spero che loro facciano lo stesso errore del Barcellona, sentendosi al sicuro e magari rinunciando al tridente. Ad ogni modo hanno speso molto di più dei nostri, nel finale erano scoppiati e il ritorno è fra 1 settimana, non è detto che li ritroveremo brillanti come ieri.... Adesso l'aereo devono prenderlo loro, e non giocheranno all'Anfield.

Già gli è andata bene nel ritorno col City quando alla fine del primo tempo erano sotto solo di un gol quando si meritavano di stare sotto 3-0.
Diciamoci la verità, hanno 3 grandi attaccanti, un lottatore infinito come Milner, ma per il resto non sono niente di che, specie il portiere che è ridicolo

Sicuramente il loro punto debole è la difesa, compreso il portiere... Però ci hanno fatto 5 gol, in vista del ritorno Di Francesco deve anzitutto inventarsi qualcosa di diverso per sterilizzare il loro potenziale offensivo e le fonti di gioco.
avatar
horizon77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 3281
Data d'iscrizione : 09.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 11:15

horizon77 ha scritto:Certo, però se metti la difesa 20 metri più dietro e vuoi comunque fare la partita, occorre che i centrocampisti e gli attaccanti corrano il triplo dei nostri - ovvero come i loro, altrimenti diventi una groviera, piena di buchi. Visto che i nostri non hanno questo tipo di dinamismo, la squadra corta ti aiuta a fare densità e a favorire i raddoppi. E a quel punto o metti la squadra 10 metri avanti e tenti di fare qualcosa o la metti 10 metri dietro, ma viste le caratteristiche dei nostri penso che ci avrebbero schiacciato nella nostra metà campo. Il che, intendiamoci, era una possibilità, ma forse la partita sarebbe finita 3-0, che è pure peggio del 5-2 rimediato. Credo che la lettura sia questa, il concetto è che Di Francesco volesse neutralizzare le fonti di gioco per gli attaccanti del Liverpool piuttosto che gli attaccanti stessi, tenendo la squadra corta e facendo pressing asfissiante. Ma non ci siano riusciti.

Dipende da cosa intendiamo per "fare la partita", per me, a un certo punto potevamo giocarla come loro, abbassare la difesa è smettere di considerare la squadra corta un dogma, cercare più velocità una volta recuperata palla, loro hanno giocato più lunghi di noi è hanno dominato. Quali erano le fonti di gioco per gli attaccanti? E come li blocchi se tanto la lanciavano di prima o quasi? Ok, prendi un gol, ne prendi un secondo, a un certo punto adattati, non continuare sullo stesso spartito, che poi, e lo dirò sempre, una cosa è prendere contropiede mentre attacchi, un'altra è prenderlo mentre stai cincischiando.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 11:17

horizon77 ha scritto:
QuattroTreTre ha scritto:Scusate, il problema non era giocare corti, anzi in questo caso ci ha penalizzati, giocare corti serve per pressare, per recuperare palla, per impedire agli avversari di essere lucidi, ma se la palla viene lanciata praticamente di prima, credo che giocare corti serva a poco, solo a concedere spazio alle nostre spalle, loro stati corti solo occasionalmente, e solo per attaccare le seconde palle.
Appunto, bisognava esser corti per pressare, recuperare palla e asfissiare le fonti di gioco al punto di non concedere nemmeno il tocco di prima. Penso che queste fossero le indicazioni di Di Francesco ma non ci siamo riusciti, specie da metà campo in su.
Non lo so, a un certo punto essere corti ci ha danneggiato, non dico che bisognava capirlo prima, ma "durante" si poteva.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da horizon77 il Mer 25 Apr 2018 - 11:35

Se non riesci nell'intento di bloccare le loro azioni sul nascere, la difesa alta diventa un suicidio contro 3 attaccanti così veloci, è chiaro. Così come la squadra lunga, se non hai centrocampisti dinamici come i loro, lasci intere praterie. Di Francesco doveva correre ai ripari "durante", prima di prendere il secondo gol, concordo. Spero che lo abbia capito e gli serva da esperienza per il futuro.
avatar
horizon77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 3281
Data d'iscrizione : 09.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da bardamu il Mer 25 Apr 2018 - 11:54

QuattroTreTre ha scritto:
horizon77 ha scritto:Certo, però se metti la difesa 20 metri più dietro e vuoi comunque fare la partita, occorre che i centrocampisti e gli attaccanti corrano il triplo dei nostri - ovvero come i loro, altrimenti diventi una groviera, piena di buchi. Visto che i nostri non hanno questo tipo di dinamismo, la squadra corta ti aiuta a fare densità e a favorire i raddoppi. E a quel punto o metti la squadra 10 metri avanti e tenti di fare qualcosa o la metti 10 metri dietro, ma viste le caratteristiche dei nostri penso che ci avrebbero schiacciato nella nostra metà campo. Il che, intendiamoci, era una possibilità, ma forse la partita sarebbe finita 3-0, che è pure peggio del 5-2 rimediato. Credo che la lettura sia questa, il concetto è che Di Francesco volesse neutralizzare le fonti di gioco per gli attaccanti del Liverpool piuttosto che gli attaccanti stessi, tenendo la squadra corta e facendo pressing asfissiante. Ma non ci siano riusciti.

Dipende da cosa intendiamo per "fare la partita", per me, a un certo punto potevamo giocarla come loro, abbassare la difesa è smettere di considerare la squadra corta un dogma, cercare più velocità una volta recuperata palla, loro hanno giocato più lunghi di noi è hanno dominato. Quali erano le fonti di gioco per gli attaccanti? E come li blocchi se tanto la lanciavano di prima o quasi? Ok, prendi un gol, ne prendi un secondo, a un certo punto adattati, non continuare sullo stesso spartito, che poi, e lo dirò sempre, una cosa è prendere contropiede mentre attacchi, un'altra è prenderlo mentre stai cincischiando.
è proprio questo il punto. e l'abbiamo fatto almeno altre tre quattro volte in partita rischiando di prendere altrettanti gol (se ne sono divorati almeno due in situazioni analoghe). Ci hanno attaccati sempre sulla sinistra, con salah assolutamente imprendibile, hanno fatto terra bruciata. La mia analisi è molto semplice e concordo con Luciano. Io penso che bisognava avere un assetto difensivo completamente diverso, innanzitutto i quattro dietro e creare le condizioni affinché i nostri potessero raddoppiare e triplicare, fare densità, fare catenaccio sì, soprattutto quando si era capito che ci stavano massacrando su quella fascia. La lentezza di derossi e strootman non poteva consentire soluzioni diverse, non ce la potevano fare a giocare alti e corrergli dietro quando loro giocavano lungo innescando le frecce rosse. Se lasci a salah metà campo, una prateria, chi lo riprende?
Continuo a essere convinto che se avessimo corretto l'impostazione a fine primo tempo e fossimo andati negli spogliatoi sull'unoazero non avremmo mai preso 5 gol. Bisognava puntare a un risultato stretto e cercare di fare un gol, magari nel finale. Bisognava avere delle alternative in corsa, bisognava sapere cosa fare, bisognava sapersi adeguare e saper cambiare, bisognava saper soffrire.
I due gol fatti lasciano uno spiraglio e una speranza, ma ci vuole un'altra grande impresa e non siamo nel mondo dell'impossibile evidentemente. Ma attenzione, se lasci spazi al Liverpool ti sbranano.
Dover fare tre gol senza subirne è veramente dura. Quest'anno il Liverpool su 23 partite in trasferta solo 4 volte non ha segnato: nelle prime due con City e Leicester in coppa (ed era settembre), poi con lo swansea (unoazero a gennaio), quindi nello zeroazero al derby contro l'everton due settimane fa. In CL in 5 partite fuori casa ha sempre segnato e realizzato 18 gol...
Una squadra che ha realizzato in dieci partite di CL ben 33 gol (esclusa naturalmente la partita di ieri) andava affrontata con una logica diversa.
avatar
bardamu
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 10065
Data d'iscrizione : 06.12.08

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 12:26

bardamu ha scritto:
è proprio questo il punto. e l'abbiamo fatto almeno altre tre quattro volte in partita rischiando di prendere altrettanti gol (se ne sono divorati almeno due in situazioni analoghe). Ci hanno attaccati sempre sulla sinistra, con salah assolutamente imprendibile, hanno fatto terra bruciata. La mia analisi è molto semplice e concordo con Luciano. Io penso che bisognava avere un assetto difensivo completamente diverso, innanzitutto i quattro dietro e creare le condizioni affinché i nostri potessero raddoppiare e triplicare, fare densità, fare catenaccio sì, soprattutto quando si era capito che ci stavano massacrando su quella fascia. La lentezza di derossi e strootman non poteva consentire soluzioni diverse, non ce la potevano fare a giocare alti e corrergli dietro quando loro giocavano lungo innescando le frecce rosse. Se lasci a salah metà campo, una prateria, chi lo riprende?
Continuo a essere convinto che se avessimo corretto l'impostazione a fine primo tempo e fossimo andati negli spogliatoi sull'unoazero non avremmo mai preso 5 gol. Bisognava puntare a un risultato stretto e cercare di fare un gol, magari nel finale. Bisognava avere delle alternative in corsa, bisognava sapere cosa fare, bisognava sapersi adeguare e saper cambiare, bisognava saper soffrire.
I due gol fatti lasciano uno spiraglio e una speranza, ma ci vuole un'altra grande impresa e non siamo nel mondo dell'impossibile evidentemente. Ma attenzione, se lasci spazi al Liverpool ti sbranano.
Dover fare tre gol senza subirne è veramente dura. Quest'anno il Liverpool su 23 partite in trasferta solo 4 volte non ha segnato: nelle prime due con City e Leicester in coppa (ed era settembre), poi con lo swansea (unoazero a gennaio), quindi nello zeroazero al derby contro l'everton due settimane fa. In CL in 5 partite fuori casa ha sempre segnato e realizzato 18 gol...
Una squadra che ha realizzato in dieci partite di CL ben 33 gol (esclusa naturalmente la partita di ieri) andava affrontata con una logica diversa.

Io non ero per il "limitiamo i danni" e non dico nemmeno che dovevamo giocare con la difesa a quattro (anche se io sono una da difesa a quattro sempre), ma dovevamo essere più intelligenti nell'accorgerci di come stava andando la partita, potevamo tranquillamente abbassarci un po' e allungare la squadra, proprio come il Liverpool e cercare più spesso gli uomini davanti, abbiamo insistito con un pressing inutile, visto che i loro centrocampisti rilanciavano immediatamente, lasciando campo dietro di noi che spesso azzerava le imperfezioni di passaggi fatti comunque di corsa, non sto diventando difensivista, rimango uno zemaniano convinto, bisognava innescare subito l'azione offensiva dimenticandoci di "dobbiamo ripartire da dietro e far salire la squadra". Ripeto, Lovren e Van Dyke non valevano Juan Jesus, come nessuno valeva Salah, ma loro ne hanno saputo approfittare, noi non ci abbiamo provato.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da horizon77 il Mer 25 Apr 2018 - 12:28

Il modulo e la logica erano le stesse applicate contro il Barcellona e francamente non me la sento di imputare a Di Francesco di averle riproposte. Per me doveva intervenire durante, ma non è nemmeno detto però che sarebbe andata bene a prescindere. Perchè magari il gol non lo trovi e la partita finisce 2-0 o 3-0 e ti trovi più o meno nelle stesse condizioni a dover segnare almeno 3 gol al ritorno (5-2 è una via di mezzo tra 2-0 e 3-0).

Anni fa Ranieri si presentò nella tana del Bayern con un 442 zeppo di centrocampisti (De Rossi, Pizarro, Brighi, Perrotta) cercando di arginare le fasce. La partita finì comunque 2-0 per loro.
avatar
horizon77
Utente fedele
Utente fedele

Numero di messaggi : 3281
Data d'iscrizione : 09.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 12:32

horizon77 ha scritto:Il modulo e la logica erano le stesse applicate contro il Barcellona e francamente non me la sento di imputare a Di Francesco di averle riproposte. Per me doveva intervenire durante, ma non è nemmeno detto però che sarebbe andata bene a prescindere. Perchè magari il gol non lo trovi e la partita finisce 2-0 o 3-0 e ti trovi più o meno nelle stesse condizioni a dover segnare almeno 3 gol al ritorno (5-2 è una via di mezzo tra 2-0 e 3-0).

Anni fa Ranieri si presentò nella tana del Bayern con un 442 zeppo di centrocampisti (De Rossi, Pizarro, Brighi, Perrotta) cercando di arginare le fasce. La partita finì comunque 2-0 per loro.

Anch'io non contesto schieramento e scelte iniziali, ma solo il non aver voluto adattarsi. Magari ne prendevamo sette senza segnarne, non c'è la controprova. Difendersi mai, ma provare qualcosa di diverso si poteva (e non era nemmeno così complicato).

Lasciamo perdere quella partita col Bayern, mi fa molto più inca**are del sette a uno in casa.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da bardamu il Mer 25 Apr 2018 - 12:52

QuattroTreTre ha scritto:
horizon77 ha scritto:Il modulo e la logica erano le stesse applicate contro il Barcellona e francamente non me la sento di imputare a Di Francesco di averle riproposte. Per me doveva intervenire durante, ma non è nemmeno detto però che sarebbe andata bene a prescindere. Perchè magari il gol non lo trovi e la partita finisce 2-0 o 3-0 e ti trovi più o meno nelle stesse condizioni a dover segnare almeno 3 gol al ritorno (5-2 è una via di mezzo tra 2-0 e 3-0).

Anni fa Ranieri si presentò nella tana del Bayern con un 442 zeppo di centrocampisti (De Rossi, Pizarro, Brighi, Perrotta) cercando di arginare le fasce. La partita finì comunque 2-0 per loro.

Anch'io non contesto schieramento e scelte iniziali, ma solo il non aver voluto adattarsi. Magari ne prendevamo sette senza segnarne, non c'è la controprova. Difendersi mai, ma provare qualcosa di diverso si poteva (e non era nemmeno così complicato).

Lasciamo perdere quella partita col Bayern, mi fa molto più inca**are del sette a uno in casa.
a mio avviso, invece, è proprio qui lo sgaglio, riproporre lo stesso modulo e logica visti contro il barcellona, proprio perché barca e liverpool sono squadre che giocano in modo totalmente diverso. E questo l'ho detto dal giorno del sorteggio e l'ho ribadito in ottica derby e s'è visto che con quel modo di giocare ci siamo annullati e per un'ora non s'è visto un tiro in porta. Da questo punto di vista abbiamo idee diverse. Per me difendersi, sapersi difendere, non è una bestemmia. Bisogna essere consapevoli delle proprie qualità, della condizione, dei limiti e soprattutto della forza dell'avversario. Avrei preferito che la partita fosse preparata ad hoc, in modo diverso. Ci sono stati chiari segnali a proposito e questi impegni di 180 minuti (la seconda peraltro in casa) vanno gestiti nel complesso.
Poi che in qualsiasi modo si giocasse poteva finire treazero per loro ci sta, perché sono forti e perché stiamo parlando di pallone. Non abbiamo la prova contraria ma, insomma, se stai giocando una partita in cui ti stanno sbriciolando qualcosa devi cambiare.
avatar
bardamu
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 10065
Data d'iscrizione : 06.12.08

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 13:08

Aspetta, chiarisco il mio pensiero. Io non dico che le scelte iniziali fossero giuste, dico che non le contesto perchè l'allenatore si fa un'idea ed è giusto che la porti avanti, tra l'altro stava funzionando bene nel primo quarto d'ora, contesto l'incapacità di adattarsi quando si è palesato un andazzo tutt'altro che favorevole. E non sono nemmeno contro il sapersi difendere, tutt'altro, ma il sapersi difendere presuppone necessariamente la capacità e la volontà di ribaltare il gioco, altrimenti significa resistere resistere resistere, che spesso è l'anticamera della disfatta. Io avrei giocato diversamente sin dall'inizio, ma io ho le mie idee e Di Francesco le sue che contano infinitamente più delle mie, ma se le cose non funzionano, ti copio, se stai giocando una partita in cui ti stanno sbriciolando qualcosa devi cambiare.
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da QuattroTreTre il Mer 25 Apr 2018 - 13:11

Una cosa, su Roma tv dicono che non siamo stati abbastanza corti. Mi spiegate come si fa ad essere lunghi con la difesa a centrocampo?
avatar
QuattroTreTre
Gold Member
Gold Member

Numero di messaggi : 16043
Data d'iscrizione : 16.04.13

Torna in alto Andare in basso

Re: PRESUNZIONE E ORGOGLIO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum